Io sono la Via la Verità e la Vita

Io sono la Via la Verità e la Vita

Tratto dai quaderni di Maria Valtorta

 

QUADERNI DEL 1943 CAPITOLO 95


19 agosto 1943

   Dice Gesù:    
   «Sempre vedendo con l’occhio mio le parole dell’Amato si comprende che anche la “manna nascosta” è la mia Parola. Manna perché raduna tutta la dolcezza d’amore della Trinità nostra che vi è Padre, Fratello e Sposo dell’anima e vi ama dei tre amori più alti. Nascosta perché è detta nel segreto del cuore ai meritevoli di gustarla.
   Bene Io vorrei poterla far piovere su tutti e nutrire tutti di essa. Ma è detto: “Non date le perle ai porci e le cose sante ai cani”. E molti che pure sono stati lavati nel mio Battesimo e redenti dal mio Sangue sono più abbietti dei porci e più cani dei cani.
   Hai letto come agli antichi ebrei, immeritevoli di possederla, si guastasse la manna nel deserto. Essi demeritavano per la loro mancanza di fede e per la loro sollecitudine umana. Posso Io avere meno rispetto della mia Parola di quanto ne abbia avuto per la manna destinata a nutrire il ventre, mentre la Parola è destinata a nutrire lo spirito?
   Perciò do la manna a coloro che vincono la parte inferiore con tutte le sue tendenze alla non fede, al senso, alle sollecitudini meschine ed egoiste. Do la manna della mia Parola che riempie di dolcezza e di luce lo spirito vostro. Do il “sassolino bianco nel quale è scritto un nome nuovo” ossia nel quale è rivelata una Verità che è taciuta ai non degni. È la Verità che vi apre le porte dell’eterna Vita, che ve ne dà le chiavi e vi mette sulla Via per giungere alla Porta della mia celeste Città.
   Io sono Via, Verità, Vita. Fuori di Me non c’è altra via, verità e vita. Colui che vince tutti gli ostacoli per seguire Me, diverrà colonna del mio tempio e per la Parola che ha custodita e praticata, dopo esser stato salvato nell’ora tremenda della prova dalla tentazione che uccide, avrà posto sul mio stesso trono, insieme al Padre, al Figlio, allo Spirito Santo.»

   Dice ancora:
   «Il mondo perisce perché non ha custodito la mia Parola, perché l’ha trascurata e derisa. Nessuna forza umana servirà a fermare la corsa del mondo all’abisso perché manca al mondo e alle forze del mondo la cosa che salva. La mia Legge.
   Si è fatto un vuoto nella mistica foresta che avevo coltivata per voi perché aveste dimora all’ombra del mio previdente amore. Le vostre colpe lo hanno fatto e nel vuoto si è insediato padrone il Serpente eterno che vi avvelena col suo fiato e vi uccide col suo morso e impedisce che la mia Legge sia in voi agente di Bene.
   Fumo, veleno, orrore, disperazione avete in voi e intorno a voi. E potevate avere Luce, Pace, Speranza, Gioia. Questo potevate avere se aveste seguito la mia Parola, perché Io ho consumato tutto l’orrore della vita per preservarne voi e l’ho fatto con quella atrocità di agonia che ho patito per voi.
   Ma avete gettato il mio dono e avete chiamato a maestro e re Satana. E Satana vi ammaestra e regola, vi sala e sferza per rendervi degni del suo inferno.»

Commento

Oggi si fa di Dio oggetto di derisione, si fa di coloro che Lo servono materia immonda da cui tenersi a debita distanza e se proprio si deve con essi conviver, be allora li si mette in cattiva luce, li si offende sia personalmente a tu per tu, che anche nella stima denunciandoli ai propri simili come stolti e incapaci e/o effeminati e chi più ne ha più ne metta.

Vivo queste offese in prima persona, per questo ne parlo, ma non con sprezzo, non con astio ma con sincera verità di chi sa e non può far nulla per cambiarli. 

La preghiera è un’arma molto potente che serve a questo genere di problematiche. Per questo io prego per tutti coloro che si ostinano a non voler vedere la Verità. Il resto lo farà Dio, che tutto può ma anche Egli lo ha detto: “Nulla posso dove non c’è volontà di emendarsi”.

Tocca rassegnarsi al fatto che una parte dei nostri fratelli non ci vuole, ma questo è il minimo, il peggio è che questa parte di fratelli non vuole Dio, non lo vuole conoscere anzi lo rigetta volendo dimenticare anche quella larva di ricordo che resiste e esiste in ogni anima, che dico dimenticare, meglio dico, annientare, distruggere, violentare se stessi e la propria anima piuttosto che parlare  e sentir parlare di Dio o di religione in genere. Le reazioni più violente sono contro la religione Cristiana.

Dio ci salvi.

 

Tony Benedetto

Ciao, mi chiamo Tony Benedetto e da circa 6 anni scrivo articoli riguardanti la Fede nel Blog sacrocuore.altervista.org spinto dall'amore per il prossimo. Negli anni ho desiderato e cercato, con le mie capacità, con le mie possibilità, con le mie limitazioni e con l'aiuto di Dio, di aiutare le persone a riscoprire il bello della Fede nella vita di ogni giorno. Andiamo seguimi...

Rispondi

Chiudi il menu
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: